Archive for febbraio, 2014

San Valentino dolce dolce

Questo venerdì 14 Febbraio
coppie miste, gaie, ufficiali e ufficiose

ma soprattutto scoppiati…
da bioèlogico si assaggiano i biscotti artigianali della biscotteria Suljima di Marino!
dalle 17,30 alle 18,30…non mancate!
Immagine

Annunci

Comments (1) »

POLLINE FRESCO SU ORDINAZIONE 250 GR. A €10,50 APICOLTURA PRENESTE PALESTRINA

38016_104858296234991_6172167_n

IL POLLINE

 

Il polline è un prodotto non elaborato dalle api, ma semplicemente raccolto da esse sui fiori:

è una polvere finissima che rappresenta l’elemento germinale maschile del fiore. Viene prelevato dalle api direttamente dal fiore e trasportato nelle cestelle situate sul terzo paio delle zampe in palline di diversi colori a seconda del tipo di fiore. Il polline viene immagazzinato nelle cellette dei favi per costituire un elemento proteico per le giovani larve e per la produzione di pappa reale nonché per l’alimentazione delle api stesse.

CARATTERISTICHE E PROPRIETA’

Contiene glucosio,fruttosio,sostanze minerali,oligoelementi,enzimi ,aminoacidi,vitamine, antibiotici naturali, sali minerali,bioflavonoidi.

Studi medici e test clinici sintetizzano le proprietà del polline in :

TONICO, NUTRITIVO E RINVIGORENTE:rafforza e nutre l’organismo.

Usato per dare resistenza e forza ed assunto da atleti per aumentare energia, forza e resistenza alla fatica ed allo sforzo muscolare.

Utile nella convalescenza e dopo malattie o operazioni chirurgiche.

ANTI-ALLERGENICO: utile per debellare le allergie; si inizia a prendere in dosi omeopatiche aumentando gradualmente finché le allergie scompaiono; usato anche nei casi di febbre da fieno.

UTILE CONTRO L’IPERTENSIONE,IL NERVOSISMO,LE COLITI, LA STITICHEZZA, LE INFEZIONI INTESTINALI, IL COLESTEROLO, I TRIGLICERIDI ALTI ED E’ DISINTOSSICANTE DEL FEGATO.

 

UTILE PER L’INGROSSAMENTO DELLA PROSTATA:in specifico il polline di castagno che contiene licopene,beta-sisterolo e numerosi flavonoidi che diminuiscono la crescita di tessuto della prostata, ne riducono il dolore e l’infiammazione.

DOSI

Il polline è commercializzato quasi esclusivamente in granuli essiccati. In tal modo però mantiene soltanto il 30% delle sue proprietà.

Ultimamente si è scoperto che surgelandolo restano integre tutte le sue caratteristiche al pari del polline fresco.

Congelate le palline del polline non si compattano ed è sufficiente attendere pochi minuti a temperatura ambiente per avere del polline fresco col medesimo incantevole profumo e gusto.

In alcuni casi il polline può dare inizialmente disturbi intestinali, per questo motivo si raccomanda di cominciare ad assumerlo partendo da mezzo cucchiaino per poi arrivare a due cucchiaini al giorno lontano dai pasti(cicli di un mese). In casi di particolare necessità raddoppiare la dose.

 

INDICAZIONI DEL POLLINE FRESCO

Sull’uomo che sta bene, il polline sarà preso allo scopo di lenire eventuali avitaminosi, sali minerali, aminoacidi ecc. dall’alimentazione in periodo normale ed in occasione di periodi fisiologici particolari come la gravidanza, l’allattamento, ecc.
  • di ottenere un miglior rendimento fisico e intellettuale nel quadro delle normali attività.
  • di rinforzare il terreno nella lotta contro le aggressioni esterne, segnalando i suoi notevoli effetti preventivi nel quadro dalle malattie d’origine virale e molto particolarmente contro la influenza stagionali.
  • di prevenire i disturbi metabolici interni che generano disturbi o malattie a breve o lungo termine.
  • B) Sull’uomo malato,

     secondo l’eziologia e la gravità delle malattie in causa il polline potrà essere preso solo o associato ad altre terapie indispensabili nelle sindromi seguenti:

    1) INDICAZIONI GENERALI

    • astenie o stati di stanchezza, a tutti i gradi, agendo sia sulla sfera fisica che psichica
    • astenie nel corso di malattia
    • convalescenza
    • surmenage
    • esaurimenti fisici
    • astenie dl vecchiaia
    • astenie nevrotiche o nevrastenia
    • anoressie  o perdita dell’appetito di origine essenzialmente fisiologica o mentale
    • dimagrimento e stati di magrezza sotto tutto le loro forme, e molto particolarmente su bambini sofferenti di denutrizione dava l’effetto è spettacolare
    • stati di carenza diversi e loro conseguenze:
    • rachitismo
    • ritardi di crescita
    • cattiva dentizione
    •  tipi costituzionalmente deficitarii
    • senescenza o invecchiamento precoce o anormalmente esagerato
     

    Leave a comment »

    belli (anche) fuori

    1794530_10151917890131762_638644618_n

     Promozione Bio&Logico

    Green Energy Organics

    pre-S. Valentino

    “Belli (anche) fuori!”

     

    • shampoo + balsamo € 35,00 (anziché € 40,90)

    • eau ecologique + siero contorno occhi € 50,00 (anziché € 52,90)

    • maschera trattamento viso anti age effetto lifting+ latte corpo

      e bagno doccia Eco Chic idratanti € 20,00 (anziché € 23,80)

     

     

    …fino al 13 Febbraio!

    (Sino ad esaurimento scorte)

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Leave a comment »

    pizza SEMINTEGRALE senza lievito di serena La Buona

    ImmagineFarina tipo 2 (500 gr), mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio, acqua, un pizzico di sale, 2 cucchiaini di olio evo, condimento a piacere.
    Impastare fino ad ottenere un panetto compatto e liscio.
    Stendere col matterello e infornare a 180/200 gradi per 20 minuti circa.

     

    Leave a comment »

    torta cacao nocciole e noci vegana di Serena (la Buona)

    1185654_10152149560554774_1509755367_n

    Ricetta per torta cacao nocciole e noci con ingredienti sostituivi:
    •Un bicchiere d’acqua tiepida
    • Mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva o di olio di semi di girasole (al posto del burro)
    • un bicchiere di malto d’orzo (al posto dello zucchero)
    • 2 cucchiai di cacao
    • 2 bicchieri di farina di farro integrale (al posto di farina 00)
    • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (al posto del lievito per dolci)
    • noci e nocciole sgusciate qb

    Per la farcitura se si vuole: miele di castagno.

    Versare in un ciotola l’acqua e il malto d’orzo e mescolare bene con un mestolo. Aggiungere poi il cacao, l’olio, il bicarbonato. Mescolare ancora e poi aggiungere piano piano la farina fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere infine noci e nocciole e amalgamarle bene con l’impasto.
    Versare su una tortiera non molto larga e abbastanza alta con carta forno.
    Infornare 180 gradi per 40 minuti.

    Leave a comment »

    involtini di cavolo viola di “La Caccavella”

    Involtini di cavolo viola

    [Red cabbage rolls]

    Gli involtini di verza sono un piatto tipico della cucina dell’Est, in particolare della Polonia. Si preparano con foglie di verza e un ripieno di carne macinata e riso. Ho provato a estendere lo stesso principio al cavolo viola, modificando un po’ il ripieno.

    Potete comunque sbizzarrivi con orzo, farro, quinoa e amaranto, sostituendo la carne con carote o zucca. Aggiungendo qualche spezia o erba aromatica a seconda dei gusti.

    Io ho usato il miglio. Solitamente è considerato un cereale minore, ma trovo che sia molto gustoso soprattutto per preparare polpette e ripieni, e poi non contiene glutine! Ha inoltre molte proprietà nutritive, e contribuisce alla salute di unghie e capelli.

    involtini, cavolo, verza, red cabbage, rolls, miglio, millet

    Involtini di cavolo viola [Red cabbage rolls]

    Ingredienti (per 6 involtini)

    • 6 foglie di cavolo viola
    • 250 gr di miglio
    • 150 gr di carne macinata
    • olio d’oliva
    • cipolla
    • carota
    • sedano
    • peperoncino
    • maggiorana, timo
    • curcuma
    • sale e pepe q.b.

    Preparazione

    Cuocere il miglio in acqua salata per circa 15 minuti. Sbollentare le foglie di verza o cuocerle al vapore.

    Preparare un soffritto con cipolla, carota e sedano e aggiungere la carne macinata. Condire con sale, pepe e spezie, unendo il miglio cotto. Far insaporire il tutto, aggiungendo un po’ d’acqua di cottura del miglio, se necessario.

    Preparare gli involtini con un paio di cucchiai di ripieno per ogni foglia. Avvolgere accuratamente, evitando di rompere le foglie. Adagiare gli involtini su una teglia, condirli con un filo d’olio, parmigiano e pane grattugiato.

    Cuocere in forno per 15 minuti a 180°C. Servire tiepidi.

    involtini, cavolo, verza, red cabbage, rolls, miglio, millet

    Involtini di cavolo viola [Red cabbage rolls]

    :::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

    Leave a comment »