come farsi il pane da soli con la pasta acida

Nel caso abbiate tempo e voglia di provare questa esperienza (e nel caso il meraviglioso pane della cooperativa il Sambuco http://www.biofornoilsambuco.it/ sia terminato nel mio negozio;-)

ecco qui cosa ci spiegano due nostre amiche:

  • versione “Consuelo” (madre, moglie, lavoratrice e donna bellissima):

    Partendo da un mini panetto di pasta madre (se non ce l’avete chiedetemelo, lo chiederò a Philippe, un altro amico)

    1/3 circa lo metto da parte [E’ il pezzetto che mi servirà a ricostituire sempre la mia pasta madre] ci aggiungo un goccio d’acqua TIEPIDA e della farina bianca. Poi la lascio in frigo in un contenitore bucato possibilmente di plastica così da notare le bollicine* che si creeranno in 2-3 giorni…

    gli altri 2/3 sono quelli che userò per far lievitare naturalmente il mio pane (capisco che sono “pronti” proprio dalle *bollicine) e che da ora chiamerò p.m. (pasta madre)

  1. Inumidisco la p.m. con un goccio d’acqua tiepida, volendo aggiungo sale.
  2. Per 1 kg di pane userò 1 kg di farina, quindi unisco alla p.m. soltanto ½ kg della farina che intendo utilizzare (ovviamente quelle molite a pietra del molino silvestri che potete trovare nel mio negozio sono le migliori al mondo;-))aggiungo dell’acqua e comincio ad impastare per 20 minuti c.ca (meglio se di sera).
  3. A questo punto faccio riposare il panetto ottenuto in un posto caldo coprendolo con uno strofinaccio nello stesso contenitore in cui ho iniziato il procedimento (una ciotola)
  4. la mattina dopo ricomincio ad impastare aggiungendo l’altro mezzo chilo di farina e dell’acqua TIEPIDA .
  5. E’ in questa seconda fase che posso aggiungere semi eventuali e dare una forma all’impasto (vedi foto).
  6. Aspetto ancora qualche ora di riposo e verso l’ora di pranzo posso finalmente mettere in forno per 40 minuti a 200 gradi.

 

  • versione “Laura” (studentessa parecchio sveglia e bella):

    Identico procedimento sino al punto 2 dove aggiungo alla p.m. tutto insieme il chilo di farina. Con ciò salta il punto 4.

    ecco qua il risultato!

 

 

Annunci

4 Risposte so far »

  1. 1

    Umberto said,

    Bella ricetta! Grazie.

  2. 2

    veronica said,

    ma tutto ciò è fantastico!!!!!se riuscirò nell’impresa di farmi il pane da sola, allora sarà finalmente giunto il momento per andare a vivere in un eremo! e, oltretutto, poi potrò far parte anche io della categoria “donne belle e sveglie”?? 😉

  3. 3

    laura la studentessa said,

    Grazie per avermi inserito in questo post cara Nisel!
    Io il procedimento lo faccio in maniera più veloce:

    1. In una coppa verso il kilo di farina e lo mischio con un cucchiaino di sale
    2.in un pentolino con dell’acqua tiepida(non molta,perchè l’altra la si aggiunge dopo in base alla consistenza) sciolgo,mescolando i 2/3 di p.m.
    3. vado quindi a versare la p.m. diluita nella coppa con la farina, amalgamando il tutto con il cucchiaio di legno
    4. aggiungo altra acqua se necessario e impasto per 10 minuti
    5. adagio l’impasto in una teglia infarinata dando la forma che preferisco
    6. lascio riposare 5-6 ore al massimo coperto da un panno
    7. accendere il forno a 200 gradi e (aspettare che sia pronto per non rovinare la crescita del pane) infornare a per 30 minuti.

    ps. sia la consistenza dell’impasto che il tempo e temperatura di cottura dipendono dalle preferenze personali

  4. 4

    bioelogico said,

    grazie lauraaaaaaaaa! l’ho detto che sei sveglia;-))


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: